(ANSA) – WASHINGTON, 14 FEB – Paul Manafort, l’ex
responsabile della campagna presidenziale di Donald Trump, dopo
essersi impegnato a cooperare sul fronte del Russiagate ha “intenzionalmente mentito” e reso “false dichiarazioni” all’Fbi,
al procuratore speciale Robert Mueller e al gran giurì. Lo ha
stabilito un giudice federale. Avendo Manafort rotto il patto di collaborazione, il
procuratore Mueller non è più vincolato a proporre una riduzione
della pena.(ANSA).
   

Fonte: ANSA.it