‘; } else { document.getElementById(“iframe_player_video_1333681”).innerHTML = ‘‘; } } else { if (is_mobile_player && (typeof playerOnWebSite != “null” || typeof playerOnWebSite != “undefined”)) { document.getElementById(“iframe_player_video_1333681″).innerHTML = ”; } else if (is_tablet_player) { document.getElementById(“iframe_player_video_1333681″).innerHTML = ”; } else if (is_mobile_player) { var player_for_app = ”; console.log(‘player_for_app=> ‘ + player_for_app); if (player_for_app.indexOf(‘playerType=gazzanet_fcinter’) >= 0) { player_for_app = player_for_app.replace(‘playerType=gazzanet_fcinter’, ‘playerType=gazzanet_fcinter_app’); } document.getElementById(“iframe_player_video_1333681”).innerHTML = player_for_app; } else { document.getElementById(“iframe_player_video_1333681″).innerHTML = ”; } } } catch (ex) { if (console) { console.log(“Error: “, ex); } document.getElementById(“iframe_player_video_1333681″).innerHTML = ”; } function refreshPagePlayer() { var url = window.location.href; if ((url.indexOf(‘?’) == -1) && (url.indexOf(‘refresh_ce-cp’) == -1)) { window.location.href = window.location.href + “?refresh_ce-cp”; } else if ((url.indexOf(‘?’) > -1) && (url.indexOf(‘refresh_ce-cp’) == -1)) { window.location.href = window.location.href + “&refresh_ce-cp”; } } function loadediframe(iframeElement) { var targetFrame = iframeElement; targetFrame.contentWindow.postMessage(“chiamopersapereurl”, “*”); targetFrame.contentWindow.postMessage(document.location.href, “*”); }

Marco Materazzi tra rimpianto e speranza. L’ex difensore dell’Inter, intervistato da Siavoush Fallahi per Eurosport Svezia, ammette il rammarico per l’eliminazione dalla Champions, proprio con l’impresa lì ad un passo. Ma si proietta subito sulla nuova sfida, un’Europa League da onorare e giocare per vincere: “All’inizio dell’anno l’importante era tornare in Champions e la squadra c’è riuscita. Quando abbiamo visto il sorteggio, qualcuno si è spaventato. E invece l’Inter ha fatto un grandissimo girone. Peccato per l’ultima partita, secondo me si poteva osare, senza aspettare il risultato del Camp Nou. Soprattutto negli ultimi 10 minuti si poteva accendere San Siro e abbiamo visto contro il Tottenham cosa può fare San Siro quando lo accendi. Per gli ultimi 10 minuti il rammarico rimane perché giocavi con una squadra già eliminata e per l’Inter era la vita poter andare avanti in un girone molto difficile. Nessuno avrebbe mai scommesso un euro sull’Inter, invece c’era riuscita, aveva fatto un grandissimo girone, poi purtroppo sappiamo tutti come è andata a finire. Ora c’è da onorare l’Europa League”, ha commentato Matrix.

Fonte: Gazzetta.it