È incredibile“. Laurent Blanc fatica a credere come il Manchester United sia cambiato dopo l’addio di José Mourinho. Ma l’ex difensore nerazzurro ha una spiegazione: “Cambiano l’allenatore e due giorni dopo è una squadra diversa. All’improvviso non sono individui ma un collettivo“, dice Blanc in una lunga intervista al Times. “Mourinho è un grande allenatore. Lo rispetto molto ma, a mio parere, il calcio, come la società, cambia. Non puoi gestire una squadra come hai fatto dieci anni fa. Il giocatore è molto importante, il più importante. Quando lo capisci, devi essere intelligente. Altrimenti sei morto“. Al PSG, Blanc ha dovuto lottare con l’ego colossale di Ibrahimovic: “I grandi giocatori non sono un problema per me. Capiscono il gioco. Devi solo essere onesto con loro. Sono i giocatori minori che pensano di essere grandi che sono difficili da gestire“.

‘); } Fonte: Gazzetta.it