Milan, 150 presenze per Donnarumma

donnarumma

MILANO – 20 anni, questione di giorni. 150 presenze con la maglia del Milan, dato di fatto. 20 anni, perché non fa male ricordarlo, anche perché rafforza ancor di più un record che, già di per sé, ha tanto di straordinario.

Gianluigi Donnarumma, con il match contro il Cagliari, ha appena raggiunto le 150 presenze in maglia rossonera; prima di Paolo Maldini, per intenderci, uno che, più che scriverla, è a pieno titolo la storia del Milan. Per Gigio c’è già posto nella top ten rossonera tra i portieri più presenti di sempre: al primo posto c’è Abbiati (380), seguito da Sebastiano Rossi a 330, Dida a 302, Lorenzo Buffon (300) e Albertosi a 233. Nella seconda parte ci sono Compiani (302), Cudicini a 183, Rossetti a 180 e Zorzan con 176.

Un traguardo incredibile, se paragonato all’età del ragazzo e al tempo che è passato dal suo esordio; era il 25 ottobre 2015, lui poco più che un sedicenne sbarbato, il Milan quello balbettante di Mihajlovic. Da quel giorno 150 gare con la 99 addosso, con 156 goal subiti e 52 reti inviolate, per un totale di 13.519 minuti passare a difendere la porta rossonera. Ci sono stati momenti esaltanti, come gli interventi straordinari su Khedira nel Milan-Juve deciso da Locatelli e il rigore parato a Dybala nella SuperCoppa 2016, altri negativi, a cominciare dal burrascoso rinnovo di contratto nel 2017 che ne stava minando la carriera e l’amore dei tifosi rossoneri.

‘); }

Donnarumma non ha bruciato le tappe solamente con la maglia rossonera, ma anche con quella della Nazionale Italiana, diventando prima il più giovane esordiente della storia sia dell’Under 21 a 17 anni e 28 giorni, che in quella maggiore quando il 1 settembre 2016 subentrò al posto di Gianluigi Buffon: a soli  17 anni e 189 giorni. L’esordio dal primo minuti in azzurro avverrà poco dopo il  28 marzo 2017 contro l’Olanda diventando il più giovane portiere titolare della storia italiana. In ben 11 presenze è riuscito a mantenere inviolata la porta ben 4 volte.
Il talento di Gigio, oltre che essere precoce, si è però rivelato autentico. In questa stagione, specialmente negli ultimi mesi, Donnarumma è diventato grande, mettendo in mostra un repertorio che, con una certa costanza, lo porterà a diventare il migliore del mondo nel suo ruolo; tra Milan e Nazionale, Gigio ha giocato 2430 minuti, con una percentuale di parate elevatissime: 81,6%.

Allora: ad maiora, caro Gigio. Intanto, blitz clamoroso: Leo scippa un giocatore al Napoli > CLICCA QUI

Caricamento sondaggio…

Fonte: Gazzetta.it