Soddisfazione e realismo nelle parole di Valentino Rossi al termine della tre giorni di prove MotoGP in Malesia. “Il mio 10° tempo dell’ultima giornata non è indicativo perché ho sbagliato nel giro buono sennò ero più avanti però conta poco – spiega Vale -. Il bilancio è buono perché abbiamo lavorato tanto e trovato anche cose buone: qualcosa si è mosso nella giusta direzione, ma la strada la strada per essere davvero competitivi è ancora lunga”.

‘); }

sul passo, però… — Rossi approfondisce questo concetto: “Dopo tre giorni d’asciutto la pista era molto veloce e hanno espresso il loro massimo potenziale, ma il gap da recuperare è grande e lo si vede dal passo gara: siamo più vicini ai migliori, ma ci manca ancora qualcosa soprattutto in erogazione e se corressimo domani secondo me saremmo ancora indietro, però il clima in squadra è buono e c’è tanta concentrazione e voglia di fare bene. Con Maverick abbiamo anche fatto un long run in coppia, come la Ducati: lui ha guidato veramente forte, ma alla fine è comunque quinto, cosa che mi fa pensare che sul passo siamo ancora dietro”.


 Gasport 

© riproduzione riservata

Fonte: Gazzetta.it