Rondo a casa sua, al Garden di Boston, segna allo scadere il canestro sinora più importante della stagione dei Lakers. Quello dell’ex che sulla sirena vale il successo in rimonta, 129-128, sui Celtics. Quello che vale l’abbraccio di gruppo gialloviola, che prova a cancellare tutte le polemiche, le voci relative alla trade per Davis poi mai realizzata. Quello che significa rimonta ultimata da -18, da -6 a 1’24” dalla fine. Una vittoria cruciale per restare in scia playoff e compattare l’ambiente. Ottenuta davanti a Belichick, il Coach dei Patriots campioni Nfl che al Super Bowl hanno battuto proprio Los Angeles. LeBron chiude in tripla doppia, piegando Irving, pur favoloso nel finale punto a punto, selezionato proprio da James in versione capitano per la sua squadra all’All Star Game di Charlotte. I Lakers vincono tirando 22/41 da 3 punti, Boston paga una difesa non da Celtics: addirittura 42 punti concessi nel 3° quarto. I verdi a Est sono l’unica delle 4 contender, rispetto a Milwaukee, Toronto e Philly, a non aver ricevuto rinforzi sulla sirena della trade deadline.

‘); }

Kyrie Irving. AP

Kyrie Irving. AP

la partita — 11-9 Boston al primo time out, poi 30-24 dopo 12’. Tifosi Celtics confortati da una schiacciata esplosiva di Hayward, seguita dalla tripla di Rozier, i giocatori chiamati al salto di qualita post All Star Game. Applausi del Garden per Rondo, boo per LeBron, riservati a chi si teme. La schiacciata di Brown in transizione vale il 48-35 Boston. I Celtics toccano il massimo vantaggio sul 53-35, con la tripla di Brown, al culmine di un parziale personale da 7-0. Ma i Lakers non si disuniscono. Non spariscono dal campo, come successo a Indy con i Pacers. Restano aggrappati alla partita. James suona la carica in versione suggeritore: dispensa assist per tutti. I veterani Caldwell Pope e Stephenson bersagliano da 3 punti. Un 13-4 di parziale angelino in chiusura di tempo limita i danni all’intervallo 66-57 Boston. Due triple di Kuzma valgono il sorpasso Lakers sul 75-72. Rondo segna allo scadere di 3° quarto, sulla sirena, facendo le prove per fine gara…99-93 Lakers dopo 36’. 14 punti nel quarto di Kuzma, Boston resta in scia grazie a Theis, in serata da 20 punti. Boston ha concesso 42 punti nel 3° quarto.


I VIDEO DI GAZZETTA TV

Boston torna avanti grazie all’energia di Brown e Rozier, James tocca la tripla doppia con 5’ ancora da giocare. Finale in volata. Irving segna 7 punti di fila per quelli in verde. Boston +6 sulla tripla di Morris con 1’24” da giocare. Ma i Lakers di nuovo non s’arrendono. Le triple di KCP e James pareggiano i conti. Poi la tripla di Kuzma vale il vantaggio, ma Irving replica ancora. +1 Boston, possesso Lakers. Horford stoppa Ingram, ma Chandler tocca a rimbalzo offensivo, la palla schizza nella mani di Rondo. Al posto giusto al momento giusto. E lui fa il prepotente “a casa sua”. Sulla sirena, d’istinto, segna il canestro della vittoria. Quello che potrebbe far svoltare la stagione dei Lakers.

BOSTON: Irving 24 (4/15, 2/6, 10/10 tl) Tatum 22, Theis 20. Rimbalzi: Tatum 10. Assist: Irving 8.

LOS ANGELES: James 28 (6/11, 5/10, 1/5 tl), Kuzma 25, Rondo, McGee, Caldwell Pope 17. Rimbalzi: James 12. Assist: James 12.

 Riccardo Pratesi 

© riproduzione riservata

Fonte: Gazzetta.it