(ANSA) – CUNEO, 8 FEB – Ha confessato Daniele Ermanno Bianco,
il muratore 40enne arrestato per l’omicidio di Anna Piccato, la
pensionata di 70 anni uccisa lo scorso 23 gennaio a Barge, nel
Cuneese, il volto irriconoscibile per le ferite inferte. In
carcere da alcuni giorni, l’uomo ha ammesso di averla colpita
più volte con una chiave inglese – che non è stata trovata – per
rapinarla. Il bottino, 3,20 euro, l’ha poi speso per comparsi
una birra. A incastrare l’omicida sono state le tracce di dna
della vittima trovate sui suoi abiti.
   

Fonte: ANSA.it