Lisa Vittozzi. Afp

Lisa Vittozzi. Afp

‘); }

Lisa Vittozzi c’è sempre, c’è anche dall’altra parte dell’Oceano. Dal gelo canadese di Canmore, dov’è ripresa la Coppa del Mondo di biathlon, Lisa conquista il quinto podio stagionale (9° in carriera, e 14° complessivo stagionale di squadra, tanti quanti i podi azzurri nella storia) nell’Individuale corretta di 2.5 km per ragioni atmosferiche (-15 gradi): le manca solo il podio nella mass start per completare l’opera. La sappadina aveva vinto a Oberhof nella Sprint e nell’Inseguimento, poi aveva ottenuto un altro secondo ed un terzo posto tra Ruhpolding e Anterselva, e adesso il colpo in Nord America, da prima inseguitrice di una Dorothea Wierer, che paga 3 errori nel terzo (2) e quarto (1) poligono costati: alla fine la leader di Coppa del Mondo azzurra sarà 22a a 2’44”3 (3). Una gara impeccabile al poligono, invece, per la Vittozzi, la prima volta in questo format con 0 errori su 20 tiri, e solo sugli sci non veloce abbastanza per vincere ma per arrivare più lucida nell’ultima serie col fucile, ma un risultato assai prezioso dopo una gara redditizia considerata le estreme condizioni di freddo e una pista assai impegnativa per questa 12.5 km (format dell’individuale di 15 km ridotta). Per Lisa 48 punti pesanti nel duello per la Coppa rispetto alla altoatesina che partiva con un margine di 34 e ora ne ha solo 5 per aver chiuso oltre il 20° posto. La corsa alla sfera di cristallo resta apertissima comunque a 10 gare dalla fine della stagione: domani riprenderà con la Sprint, ma ora Lisa mette il fiato sul collo della compagna, mai così vicina e capace di resistere per 5 punti ed è seconda anche nella classifica di specialità (con 82 punti dietro la Davidova 106). Vince la norvegese Tiril Eckhoff, iridata 2016, in 36’32”9 (1), a 9”8 (0) la ceca Marketa Davidova, a 20”0 la Vittozzi, sotto il podio a 47”8 (0) la tedesca Franziska Hildebrand, quinta la norvegese Tandrevold a 1’05”8 (1). In classifica generale Wierr prima a 651 punti, Vittozzi 646, Kuzmina (Slk) 540, Roeiseland (Nor) 537. Ricordiamo che le atlete possono scartare le gare in cui hanno ottenuto il minor numero di punti (il peggior risultato stagionale di Doro è un 24° posto a Oberhof). Altre azzurre: Nicole Gontier è 54a a 5’25”1 (7), Federica Sanfilippo è 58a a 5’32”9 (5), Alexia Runggaldier è 65 a a 5’59”4 (3).

WINDISCH QUINTO Ottimo quinto posto per Dominik Windisch nell’individuale uomini ridotta da 20 a 15 km: il bronzo olimpico individuale azzurro ha chiuso a 2’56”3 (2 errori) dal vincitore e leader di Coppa del Mondo, il norvegese Johannes Boe che ha trionfato per la 13a volta in stagione in 35’27”9 (0) sul connazionale Christiansen a 2’10”2 (2), terzo il russo Loginov a 2’41” (2), sotto il podio l’altro norvegese Birkland a 2’51”3. Lukas Hofer è 21° a 3’52”8 (2), Thomas Bormolini 22° a 3’56”2 (1), Thierry Chenal 50°. Venerdì sera alle 20.30 e alle 22.45 le staffette uomini e donne (dir. Eurosport).


 Stefano Arcobelli 

© riproduzione riservata

Fonte: Gazzetta.it