(ANSA) – ISTANBUL, 8 FEB – “Nel caso in cui l’Europa ponga
delle precondizioni per i suoi impegni nell’ambito del Jcpoa
(l’accordo sul nucleare del 2015, ndr), anche la Repubblica
islamica dell’Iran ha diverse opzioni”, compreso l’abbandono
dell’accordo. Lo ha detto in tv il ministro degli Esteri
iraniano Javad Zarif. Zarif invita l’Ue a mantenere pienamente
gli impegni previsti dall’intesa, compreso l’acquisto del
petrolio iraniano, che è fortemente rallentato negli ultimi
mesi. Nei giorni scorsi, Teheran ha lamentato l’interruzione
delle sue esportazioni in Italia e Grecia, malgrado i due Paesi
siano esentati fino a maggio dalle sanzioni Usa. Il capo della
diplomazia iraniana ha anche parlato del sistema Instex,
annunciato la scorsa settimana da Francia, Germania e Gran
Bretagna per proseguire gli scambi con Teheran. “Questo
meccanismo finanziario prova la seria determinazione dell’Ue ad
aggirare le sanzioni imposte dagli Usa”, ha detto Zarif,
definendolo un primo passo e auspicando che venga esteso “anche
a Paesi non europei”.
   

Fonte: ANSA.it