(ANSA) – PORT AU PRINCE, 8 FEB – Decine di migliaia di
persone sono scese in piazza oggi in varie città di Haiti per
protestare contro il carovita e la corruzione, e chiedere le
dimissioni del presidente Jovenel Moise, in manifestazioni che
hanno avuto un bilancio provvisorio di due morti e decine di
feriti. Il clima politico e sociale è estremamente agitato, al
punto che il 5 febbraio il Consiglio dei ministri, di fronte
alle crescenti proteste della popolazione che non riesce più ad
affrontare il rincaro dei beni di prima necessità ha decretato
l’emergenza economica su tutto il territorio nazionale,
introducendo contemporaneamente misure di austerità anche per i
ministeri haitiani.
    Dimostranti e polizia si sono scontrati a Port au Prince e
nelle altre principali città del Paese, erigendo anche numerose
barricate con tronchi d’albero e pneumatici incendiati, in
incidenti che hanno causato la morte di due giovani a Mirebalais
e nella capitale.
   

Fonte: ANSA.it