Raf e Umberto Tozzi sul palco dell’Ariston. Ansa

Raf e Umberto Tozzi sul palco dell’Ariston. Ansa

‘); }

Umberto Tozzi e Raf che fanno fare la “ola” all’Ariston con “Gente di mare”, Claudio Bisio e Virginia Raffaele che omaggiano – ma a modo loro – Sergio Endrigo, Serena Rossi che presenta la fiction su Mia Martini, in onda martedì su Rai Uno. E, soprattutto, Antonello Venditti che riporta il Festival in un clima da Anni 70 e guadagna una standing ovation. La terza serata del Sanremo 2019 gioca molto sull’effetto nostalgia, finendo tra l’altro per trovare il momento più comico quando sul palco si incrociano Ornella Vanoni (“Voglio ricordare alla Rai che sono venuta ‘aggratis’ ma, non prendetevi l’abitudine…”, dice lei) e Patty Pravo: l’età delle signore non si rivela mai però diciamo che, entrambe, hanno debuttato quando non c’era Spotify. Nel Festival che cerca, a parole, un’armonia ancora di facciata, si assiste allo strano cortocircuito della sala che balla ascoltando successi di qualche decennio fa e un palco che ospita giovani artisti come Ultimo o Irama – in lotta per la vittoria finale, secondo i bookmaker – o che va alla scoperta di artisti navigati e di talento, come Cristicchi e gli Zen Circus, lontani dalle cartine del pop o dei grandi successi. Convince l’italo-egiziano Mahmood, meno l’ex di “XFactor” Enrico Nigiotti, che rimpiange il nonno ma, si direbbe, soprattutto una Livorno da Paolo Virzì dei primi tempi; ai tradizionali Renga e Tatangelo si fanno preferire gli estivi Boomdabash. E la profondità di Motta.

FASCE — Non solo competizione. Il finale di serata è tutto per Fabio Rovazzi che, dopo aver cantato e giocato con Bisio, ricorda il padre scomparso. “Ora che siamo tornati nei nostri veri personaggi, prima di lasciare il palco vorrei dedicare due parole a una persona che non vedo da un po’ di anni. Caro Papà….. non so come contattarti ma Sanremo ha uno share così alto che molto probabilmente arriva fino a lassù. Beh, volevo dirti che, in parte, tutto questo è anche colpa tua. E volevo salutarti, visto che l’ultima volta non ho fatto in tempo”. Intanto, nella classifica parziale della stampa sono entrati nella fascia Blu (la più alta) Simone Cristicchi, Mahmood (forse la vera sorpresa della serata), Irama e Ultimo. Nella fascia Gialla Enrico Nigiotti, Francesco Motta, Zen Circus e Francesco Renga, in quella Rossa Anna Tatangelo, Nino D’Angelo e Livio Cori, Boomdabash e Patty Pravo con Briga. Stasera i duetti e Ligabue come super ospite. Domani la finale.


 Francesco Rizzo 

© riproduzione riservata

Fonte: Gazzetta.it