L'esultanza dei giocatori del Real Madrid. Getty

L’esultanza dei giocatori del Real Madrid. Getty

‘); }

Nessuna distrazione per il Real Madrid, ma soprattutto un Benzema in stato di grazia. Così come all’andata, nel successo dell’undici di Solari c’è infatti la firma indelebile dell’attaccante francese, protagonista assoluto a Montilivi con una doppietta nei primi 45′. Con stasera, Benzema sale a quota cinque centri nelle ultime tre partite. Bravo anche Navas nel rimediare alle sbandate difensive. Positivi rientri per Bale e Asensio. Il 3-1 finale consente ai madrileni di festeggiare il ritorno in semifinale dopo quattro anni.

super benzema — Con il solo Modric a riposo e l’infermeria finalmente svuotata, i Blancos sono andati a Girona decisi a fare risultato. Nonostante il 4-2 del Bernabeu, Solari non ha voluto rischiare brutte sorprese ma ha avuto comunque un sussulto dopo appena 3′, colpa di una punizione di Granell stampatasi sulla traversa. Uno spavento utile per il Real Madrid, che da lì in poi ha preso in mano le redini della partita senza lasciarsi intimidire dal pressing forsennato dai padroni di casa. L’asse Marcelo-Vinicius-Benzema ha funzionato alla perfezione e per i catalani c’è stato ben poco da fare. Dopo due avvisaglie, Benzema ha colpito al 27′ dando il là all’azione e concludendo con un preciso sinistro dopo una sponda di Carvajal. I Blancos hanno anche regalato sprazzi di grande calcio riassunti nella spettacolare azione che ha portato Marcelo a tu per tu con Iraizoz. Benzema ha invece confezionato uno show tutto suo, aggiungendo un altro sigillo alla serata al 43′ con un imprendibile destro a giro sul palo più lontano.


I VIDEO DI GAZZETTA TV

gestione e ciliegina — I madrileni hanno comunque corso qualche rischio dietro perché il Girona non ha mai rinunciato ad attaccare e, dopo l’uscita di Ramos, la difesa merengue ha concesso ampi spazi. Ma ci ha quasi sempre pensato Navas, bravo a stoppare due volte Stuani prima del riposo. Il portiere costaricense si è fatto trovare impreparato solo al 71′ su una rapida giocata Porro-Pachon conclusa dal tocco vincente del primo. Poco male per i Blancos, perché dopo gli ingressi di Bale e Asensio sono comunque piovute occasioni dalle parti di Iraizoz, salvato al 65′ da un clamoroso errore di Lucas Vazquez (che ha spedito sul palo a un metro dalla linea) e punito al 76′ da una rasoiata di Llorente che ha chiuso in bellezza la serata con il suo primo gol in coppa. Adesso attesa per il sorteggio, che potrebbe regalare un’entusiasmante semifinale Barça-Real.

 Adriano Seu 

© riproduzione riservata

Fonte: Gazzetta.it