(ANSA) – VENEZIA, 14 GEN – La Procura della Repubblica di
Vicenza ha concluso le indagini preliminari relative all’
inquinamento da sostanze Pfas causato dalla Miteni di Trissino
(Vicenza). Il procuratore capo Antonino Cappelleri ha annunciato
oggi il deposito degli atti a favore delle difese per 13
indagati.
    L’inchiesta riguarda l’inquinamento delle falde acquifere
relativa alla dispersione di sostanze perfluoroalchiliche.
    Diversa e più recente è l’indagine relativa all’inquinamento da
altre sostanze trattate dalla Miteni, le “Gen X”, che è ancora
in corso.
   

Fonte: ANSA.it