(ANSA) – BRESCIA, 09 GEN – E’ un tunisino di 27 anni l’unico
residente a Brescia coinvolto nell’inchiesta di antiterrorismo dei carabinieri del Ros che hanno fermato 15 persone ritenute a
vario titolo responsabili di istigazione a commettere più
delitti in materia di terrorismo, associazione per delinquere
finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina,
plurimi episodi di ingresso illegale di migranti clandestini nel
territorio nazionale. Il 27enne, ora in carcere a Canton
Mombello, è residente da poco a Ome (Brescia) dopo anni vissuti
a Palermo. Gli inquirenti gli contestano un episodio di
favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, avendo aiutato
una ragazza a trasferirsi in Inghilterra acquistando per lei
biglietti aerei.
   

Fonte: ANSA.it