(ANSA) – NAPOLI, 9 GEN – La Polizia Municipale ha individuato
il responsabile dello sversamento in mare dei materiali che
hanno colorato di bianco lo specchio d’ acqua di Mergellina.
    Grazie alle telecamere installate in viale Gramsci gli agenti
sono risaliti al punto di immissione delle sostanze, un chiusino
della rete pluviale che si trova all’ altezza del civico 24. Le
immagini mostrano un veicolo-cisterna di una ditta di
autoespurgo di Caivano, ed un operaio che accede al chiusino per
effettuare l’ operazione di spurgo. La cisterna era piena di
fanghi di polvere di marmo, che sarebbero stati nel corso di un
altro intervento. L’ operaio, dopo aver aperto il tombino del
condominio di Viale Gramsci, ha aperto un tombino della rete
pluviale e vi ha collegato un tubo della cisterna, sversandone
il contenuto, che è quindi finito in mare. Il titolare dell’
impresa,risultato privo di documenti di trasporto rifiuti,è
stato denunciato per sversamento in mare di rifiuti liquidi
speciali. Il vericolo-cisterna è stato sequestrato.
   

Fonte: ANSA.it