‘); }

La Juventus, già dalla scorsa sessione di mercato, ha puntato a ringiovanire l’organico. Gli acquisti Emre Can, Cancelo, Perin e Spinazzola andavano in questa direzione. Poi si è presentata la mega-opportunità CR7 ed è arrivato il colpo del secolo. Cristiano è andato ad arricchire la pattuglia di giocatori che hanno superato i 30 anni: campioni maturi e vincenti, abituati a giocare partite importanti. Per inseguire la Champions, vero obiettivo stagionale. In futuro l’età media della Juventus è destinata ad abbassarsi ulteriormente, ma nel frattempo il gruppo dei più esperti sarà decisivo per confezionare la stagione più memorabile di sempre.

CR7, 33 anni, con Mandzukic e Matuidi. Afp

CR7, 33 anni, con Mandzukic e Matuidi. Afp

IL GRUPPO — Con Cristiano Ronaldo, 33 anni c’è Mario Mandzukic, 32 alla sua miglior stagione da quando è alla Juventus. Il croato ha segnato 8 gol in serie A e uno in Champions, soprattutto si è rivelato il partner perfetto per Ronaldo. E come il portoghese, ha giocato quasi sempre (1372’) . Un post pubblicato su Instagram durante le vacanze (“anche se sono mr. No Good, posso avere qualche regalo pure io?”) è stato inondato di risposte dei compagni del tipo “portaci tu la Champions”. Emblematico della sua leadership. E se Ronaldo ha giocato praticamente sempre (fuori solo a Bergamo per turnover), in Primavera verrà ragionevolmente gestito in prossimità delle partite più importanti. Approccio completamente diverso per il 34enne Giorgio Chiellini, che sta vivendo la miglior stagione di sempre e viene gestito da Allegri. Sami Khedira, 31 anni, altro vincitore di Champions come Mandzukic e CR7, non ha ancora potuto dare il suo contributo a causa di tre diversi infortuni. A giugno dovrebbe chiudere la sua esperienza a Torino, e sogna un regalo d’addio da ricevere a Madrid, sede della prossima finale. Un altro partente del gruppo, a giugno, è Medhi Benatia. Scontento per il poco spazio, resta il primo cambio di Bonucci e Chiellini ed è comunque tentatissimo dall’idea di alzare la Champioins con CR7.


totem — Andrea Barzagli, 36 anni, dovrà attendere ancora un po’ il suo turno, ma tornerà utile nelle partite più calde in quella che sarà l’ultima stagione della sua carriera. Come Juan Cuadrado, che 30enne lo è solo da pochi mesi, e che dovrà saltare la doppia sfida degli ottavi contro l’Atletico Madrid. Chi non ha problemi di spazio è Leonardo Bonucci (31), il giocatore più impiegato da Allegri alle spalle di CR7. Anche per lui la Champions è la priorità assoluta, il motivo per cui nella sua testa dopo l’anno al Milan non c’era altro che il ritorno alla Juventus. Stessa situazione da semi-insostituibile anche per Blaise Matuidi: anche il 31enne francese non ha ancora vinto la Champions League. Per lui non è l’ultima occasione, ma vuole colmare la lacuna già il prossimo 1 giugno.

 Gasport 

© riproduzione riservata

Fonte: Gazzetta.it