(ANSA)- AVELLINO, 9 GEN – “Demagogia e scandalismo a vuoto”.
    Così il presidente della giunta regionale, Vincenzo De Luca, a
margine di un convegno svoltosi a Lioni (Avellino) ha definito
l’emergenza barelle sollevata dagli organi di informazione. “Ma
quale scandalo infinito -ha sottolineato De Luca- siamo a
gennaio e i picchi di influenza determinano 500 accessi al
giorno ai pronto soccorso, anche perché ci sono medici di
famiglia, non tutti, che a fine settimana chiudono gli studi”.
    De Luca ha ricordato in polemica con “la propensione allo
scandalismo e alla demagogia”, che “l’affollamento c’è al
Cardarelli, al Monaldi, al Ruggi d’Aragona di Salerno, al
Moscati di Avellino, ma anche negli ospedali romani, milanesi e
piemontesi”, aggiungendo alla lista anche quelli “di Stoccolma e
Parigi”. “Dovremmo valorizzare un po’ di più le eccellenze che
abbiamo ed essere meno masochisti” ha detto De Luca. (ANSA)

Fonte: ANSA.it