(ANSA) – ERCOLANO (NAPOLI), 30 NOV – Quattro persone ritenute
affiliate al clan Ascione-Papale di Ercolano sono state
raggiunte da un decreto di fermo perché ritenute responsabili, a
vario titolo, di estorsione e tentata estorsione aggravate dal
metodo mafioso. Il provvedimento è stato emesso dalla Dda di
Napoli ed eseguito dai Carabinieri della Compagnia di Torre del
Greco. Tre delle persone destinatarie del decreto di fermo
risultavano libere.
    Le indagini hanno consentito di raccogliere gravi indizi di
colpevolezza a carico degli indagati accusati di un’estorsione
di 15mila euro e di una tentata estorsione di 10mila euro
avanzate negli ultimi due mesi ai danni di un dipendente di
un’attività commerciale di Ercolano. La denuncia della vittima
presentata ai Carabinieri ha evitato il concretizzarsi del
tentativo di estorsione e le immediate indagini hanno evitato
ulteriori richieste estorsive.